• Pallacanestro recanati
  • Benefisio
  • Unipol
  • Musei Recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • BCC conto giovani
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • Antonio Bravi B
  • Gran tour
  • CPL
  • Infinito villa colloredo
  • Marabini
  • Antonio Bravi A
  • Banca MC GIF
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

MONTELUPONE -  Domenica 20 gennaio alle ore 17.15 al “Nicola Degli Angeli” le Compagnie “La Fabbrica dei sogni” e “CTR Calabresi Tema Riuniti presentano la commedia dialettale 

“Grisù Giuseppe e Maria”, di Gianni Clementi, regia di gruppo. Personaggi della farsesca commedia: Parroco, Sagrestano, 1^ Sorella, 2^ Sorella, Farmacista dongiovanni.

In origine il testo era in dialetto napoletano per poi essere adattato a diversi altri vernacoli, perché narra fatti comuni a qualsiasi latitudine d'Italia, da nord a sud, e anche perché il dialetto è caratterizzato da una notevole espressività, proprio perché legato alla vita quotidiana.02 grisu

Nonostante la vena estremamente comica e farsesca la commedia presenta un'attenzione non indifferente a particolari temi sociali: l'immigrazione, la povertà e l'analfabetismo, tratti tipici del Belpaese all'indomani del secondo dopoguerra, sono stati tratteggiati con estrema delicatezza. La si potrebbe definire "Una storia Italiana".

Come da riadattamento, “I nostri protagonisti vivono nella piccola frazione di Sforzacosta alle porte di Macerata. Una piccola comunità di 200-300 persone, più che altro operai e contadini, spesso analfabeti, che nel 1956 faceva riferimento alla parrocchia dedicata a san Giuseppe, alla farmacia e a qualche proprietario terriero della zona”.

La vicenda, che si svolge in una sagrestia, vede per protagonista il parroco del paese alle prese con i piccoli e grandi problemi dei suoi compaesani. In particolare si troverà a dover trovare soluzione ai guai di due sorelle: la prima, moglie di un minatore emigrato in Belgio, a Marcinelle, e la seconda, che tutti conoscono come seria e illibata.

Alla loro storia si intreccia quella di altri personaggi, tra i quali il fedifrago farmacista del paese e il sagrestano, invalido e bizzarro, vera e propria croce del povero parroco.

Info e prenotazioni:

0733 2249301 (Comune) dalle ore 9 alle 13 dal lunedì al sabato.
0733 2249319 (biglietteria) dalle ore 15 del giorno dello spettacolo.
Biglietti: € 8,00 platea e palchi centrali; € 6,00 palchi laterali.