• Astea
  • Musei Recanati
  • Il mondo delle fiabe
  • Pallacanestro recanati
  • Benefisio
  • Unipol
  • BCC conto giovani
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • Banca MC GIF
  • CPL
  • Miccini
  • Gigli opera 18-19
  • Persiani 2018
  • Infinito villa colloredo
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

ANCONA - Le Marche in prima linea sul fronte dell’innovazione scolastica e dell’alternanza scuola-lavoro. E’ in corso a Firenze la Fiera Internazionale Didacta patrocinata dal MIUR, il più importante appuntamento fieristico internazionale dedicato al mondo della scuola, che si svolge per la prima volta in Italia. L’evento  si articola in una parte espositiva e in una sezione dedicata alla formazione degli insegnanti con eventi, dibattiti, workshop e seminari ai quali i rappresentanti marchigiani della scuola e della Regione hanno portato fondamentali contributi molto seguiti da tutti i partecipanti.didacta1

“Questo – spiega l’assessore all’Istruzione, alla formazione e al lavoro Loretta Bravi – è un luogo di incontro e scambio di esperienze e buone pratiche a livello europeo. Qui è possibile vedere una “didacta in progress”, qui ci sono le capacità per uscire dai canoni della scuola tradizionale, per avvicinarsi sempre di più al mondo del lavoro grazie ad una formazione ad hoc e per realizzare una didattica in grado di usare tutti i nuovi strumenti tecnologici coniugandoli con un capitale umano in grado di gestirli. Come Regione Marche abbiamo presentato due seminari sulle sperimentazioni in corso sia per favorire il sistema duale che per gli Istituti tecnici superiori che possono diventare volano del loro territorio. Argomenti molto attuali e utili a tutti anche a livello nazionale. Siamo agli inizi di questi progetti, ma i numeri dei partecipanti che si moltiplicano di anno in anno e gli esiti positivi dei percorsi indicano la strada giusta. Altro aspetto fondamentale – continua l’assessore Bravi -  sono gli interlocutori: gli insegnanti certamente, ma anche gli imprenditori che esprimendo le loro esigenze costituiscono un ottimo aggancio per l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro”. Presenti infatti anche due aziende marchigiane Med Store e Clementoni e l’Opera Montessori.

Relativamente ai dati emersi al seminario sulle attività formative di istruzione tecnica superiore, nel 2011 sono stati avviati 5 corsi, nel 2012 3 corsi, nel 2013 6 corsi, nel 2014 5 corsi e nel 2015 e 2016 7 corsi mentre nel 2017 è previsto l’avvio entro il 31 di ottobre di altri 7 corsi. Tutti sono biennali ed impegnano mediamente 20 allievi per 1.800 ore di cui circa il 50% in stage formativi aziendali. Dai percorsi ITS della Regione Marche ogni anno si diplomano in media circa 120 ragazzi. Riguardo all’occupabilità oltre il 70 % dei diplomati trova lavoro nell’arco dei 6 mesi con contratti superiori a 12 mesi. La Regione Marche dal 2011 ha supportato questa filiera formativa con risorse finanziarie proprie che per il biennio in avvio sono previste in 100.000 euro a percorso.

Nel corso della giornata l’assessore ha avuto modo di confrontarsi anche con i docenti marchigiani presenti e particolarmente attivi a livello nazionale in tema di innovazione. La dirigente dell’IIS Savoia Benincasa Alessandra Rucci ha infatti partecipato al lancio della Federazione delle Reti, una iniziativa che unifica il lavoro fatto in tanti anni di ricerca educativa e didattica e sul miglioramento delle istituzioni scolastiche. L’istituto di Ancona infatti è membro della Rete delle avanguardie educative che da tre anni lavorano alla trasformazione dei contesti didattici in direzione dell’apprendimento attivo e di competenze. La dirigente dell’Istituto comprensivo di via Tacito di Civitanova Marche Mirella Paglialunga era invece presente in rappresentanza di Au.mi.re, Rete che lavora da tantissimi anni nelle Marche sulla autovalutazione per il miglioramento e la rendicontazione sociale delle scuole e che grazie ad un protocollo d’intesa firmato con l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire, il più antico ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione) si occupa della divulgazione dei modelli ideati a disposizione delle scuole marchigiane e nazionali.

Foto in alto: Assessore Bravi con le dirigenti Rucci e Paglialunga e la docente Daniela Di Bari

Foto sotto: un momento del seminario moderato dal giornalista Lucio Cristino 

SCHEDA TECNICA

Fondazioni attive nelle Marche e rispettivi corsi attivati.didacta2

In attuazione del DPCM del 25 gennaio 2008 e della relativa programmazione regionale, nelle Marche si sono costituite quattro Fondazioni di partecipazione per la formazione di tecnici superiori di cui 2 nell’area tecnologica delle Nuove tecnologie per il made in Italy, con sede rispettivamente a Porto Sant’Elpidio e Recanati, una nell’area tecnologica dell’Efficienza Energetica, con sede a Fabriano ed una nell’area tecnologica Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali-turismo con sede a Fano.

Fondazione Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy di Porto Sant’Elpidio per la formazione di:

  • Tecnico superiore di processo, prodotto, comunicazione e marketing con due articolazioni in  Tecnico superiore retail e market intelligence e Tecnico superiore per l’innovazione tecnologica ed organizzativa dei processi di produzione

nell’area tecnologica “Nuove tecnologie per il Made in Italy” nell’ambito “Sistema moda-calzature”.

Fondazione Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy di Recanati per la formazione di:

  • Tecnico superiore per il marketing e  l’internazionalizzazione delle imprese;
  • Tecnico superiore per l’innovazione dei processi e prodotti meccanici (Project leader per la nautica);
  • Tecnico superiore di processo, prodotto, comunicazione e marketing per il settore arredamento;

nell’area tecnologica “Nuove tecnologie per il Made in Italy” articolato negli ambiti dei “Servizi alle Imprese”, del “Sistema meccanica” per aziende nautiche e del “Sistema casa” per il settore arredamento.

Fondazione Istituto Tecnico Superiore Istituto per l’Efficienza Energetica di Fabriano per la formazione di:

  • Tecnico superiore per l’approvvigionamento energetico e la costruzione di impianti;
  • Tecnico superiore per la gestione e la verifica di sistemi energetici;

nell’area tecnologica “Efficienza energetica” articolato negli ambiti del “Risparmio energetico” e dei “Processi e prodotti ad elevata efficienza energetica”.

Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Tecnologie Innovative per i Beni  e le Attività Culturali – Turismo – Marche di Fano per la formazione di:

  • Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico – ricettive;
  • Tecnico superiore per la promozione e il marketing delle filiere turistiche e delle attività culturali;

nell’area tecnologica Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo”