• Musei Recanati
  • croce gialla 2022
  • BCC 07 2022
  • MyRecanati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

CIVITANOVA - LA SERA DEL 30 MAGGIO 2022, PERSONALE DELLA COMPAGNIA DI CIVITANOVA MARCHE INTERCETTAVA IN MONTECOSARO UNA FIAT STILO, CHE ERA STATA SEGNALATA IN USO A SOGGETTI DEDITI A FURTI IN ABITAZIONE. L’AUTOVETTURA, ALLA VISTA DEI CARABINIERI, INTRAPRENDEVA UNA FUGA CHE TERMINAVA POCO DOPO, OVVERO QUANDO, PER LA FORTE VELOCITÀ, USCIVA DI STRADA SCHIANTANDOSI IN UN FOSSATO.

GLI OCCUPANTI, COSTRETTI A CONTINUARE LA FUGA A PIEDI NEI CAMPI, RIUSCIVANO A FAR PERDERE LE LORO TRACCE APPROFITTANDO DEL BUIO.

ALL’INTERNO DELL’AUTO ABBANDONATA I MILITARI RINVENIVANO NUMEROSI ATTREZZI E OGGETTI IDONEI ALLO SCASSO E ALL’EFFRAZIONE DI INFISSI.20210726 072655

LE ATTIVITA’ D’INDAGINE SVOLTE DALLA STAZIONE CARABINIERI DI MONTECOSARO, ADERENTE AL “PROTOCOLLO CON.TE.” DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI MILANO, PERMETTEVANO DI ACCERTARE CHE IL VEICOLO ERA DI PROPRIETÀ DI UN PRESTANOME, N.A., CINQUANTASETTENNE DI NAZIONALITA’ RUMENA, CHE RISULTAVA ESSERE L’INTESTATARIO DI BEN 285 MEZZI TRA AUTOVEICOLI E MOTO. L’UOMO, RIVELANO LE INDAGINI, AVEVA ACQUISTAVO I MEZZI A NOME DELLA PROPRIA IMPRESA INDIVIDUALE, OVVERO UN’ATTIVITÀ COMMERCIALE DEDITA ALLA VENDITA, ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO, DI AUTOVETTURE.

SEBBENE L’IMPRESA RISULTASSE ATTIVA, IL VOLUME DI AFFARI DICHIARATO ERA PARI A ZERO. IL SEDICENTE COMMERCIANTE, PER L’ACQUISTO DEI VEICOLI, USUFRUIVA REGOLARMENTE DELLA “LEGGE DINI”, CONSENTENDOGLI DI ELUDERE IL VERSAMENTO DELLE TASSE IPT E DEGLI ONERI AL PUBBLICO REGISTRO AUTOMOBILISTICO PER UN TOTALE DI EURO 115.986,00. A CARICO DEL MEDESIMO, OLTRE ALLE VIOLAZIONI PENALI DI CUI AGLI ARTT. 48 C.P. (ERRORE DETERMINATO DALL’ALTRUI INGANNO) – 479 C.P. (FALSITA’ IDEOLOGICA COMMESSA DAL PUBBLICO UFFICIALE IN ATTI PUBBLICI) – 640 C.P. (TRUFFA), VENIVANO ELEVATE DAI CARABINIERI DI MONTECOSARO, 285 SANZIONI AMMINISTRATIVE PER L’AMMONTARE DI CIRCA 150 MILA EURO.

L’INDAGINE DEI CARABINIERI DI MONTECOSARO, COORDINATA DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI FORLI’ E COLLABORATA DALLA SEZIONE OPERATIVA DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI FORLI’, PEMETTEVA DI DISARTICOLARE IL DISEGNO CRIMINOSO DEL ROMENO, IL QUALE CEDEVA LE PROPRIE AUTOVETTURE A PREGIUDICATI DEDITI ALLA COMMISSIONE DI REATI DI VARIO GENERE, FORTI DEL FATTO DI UTILIZZARE VEICOLI CHE NON AVREBBERO CONDOTTO ALLA LORO IDENTITA’.

TUTTI I VEICOLI INTESTATI AL COMMERCIANTE SONO STATI RADIATI E IL PUBBLICO MINISTERO, DOTT.SSA LAURA BRUNELLI DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI FORLÌ, HA EMESSO UN DECRETO DI BLOCCO ANAGRAFICO, GRAZIE AL QUALE IL CODICE FISCALE DEL SOGGETTO E LA PARTITA IVA DELLA SUA IMPRESA INDIVIDUALE NON POTRANNO ESSERE PIU’ UTILIZZATI PER QUALSIASI ATTO NEGOZIALE.

INOLTRE, LE INVESTIGAZIONI PERMETTEVANO DI CHIARIRE CHE GRAN PARTE DEI VEICOLI INTESTATI AL COMMERCIANTE ERANO UTILIZZATI IN TUTTA LA PENISOLA PER LA COMMISSIONE DI REATI PRINCIPALMENTE DI NATURA PREDATORIA, E DURANTE LE LORO SCORRIBANDE, GLI UTILIZZATORI ELUDEVANO 1817 TRANSITI AUTOSTRADALI, MATURANDO UN INSOLUTO CON LA SOCIETA’ AUTOSTRADE DI € 84.495,69.

LA COMPAGNIA CARABINIERI DI CIVITANOVA MARCHE, IN RELAZIONE AL FENOMENO DEI PRESTANOME, DAL MESE DI GIUGNO 2021 AD OGGI HA RADIATO CIRCA 1600 VEICOLI.